MENU

Caffe’ Alzheimer

assistenza-domiciliare0
assistenza-domiciliare

CAFFE’ ALZHEIMER


A chi si Rivolge


Il servizio è rivolto a persone con Alzheimer o Demenza  in condizioni di non autosufficienza o ridotta autosufficienza, derivante da condizioni critiche di bisogno socio-sanitario .

Modalità di Accesso


Prima della partecipazione al Caffè Alzheimer è previsto un colloquio di conoscenza con la famiglia.
Per informazioni e prenotazioni telefonare a
Dr.ssa Marialucia Moretti – psicoterapeuta- 328/6239489
Dott.ssa Castellano Angela – educatrice – 080/3143936 – 393/9609496
oppure scrivere all’indirizzo email: alzheimer@mondoauxilium.it

Gli Obiettivi


Obiettivi del caffè alzheimer sono

  • informare sugli aspetti medici e psicosociali della demenza;
  • sottolineare l’importanza di poter parlare apertamente dei propri problemi, e prevenire l’isolamento dei malati e dei loro familiari. 
  • Facilitare il sostegno della compagine domestica e la gestione delle preoccupazioni quotidiane attraverso il confronto con altre famiglie;
  • Facilitare il reperimento di opportune soluzioni, grazie al confronto e al dialogo con altri che vivono, la stessa condizione problematica.

Equipe


Le figure professionali presenti

  • psicologo psicoterapeuta esperto in psicologia dell’invecchiamento
  • educatore professionale.

Attività


Il Caffè Alzheimer è un luogo dove malati, familiari, caregivers e volontari possono incontrarsi, bere una bibita o un caffè insieme e, grazie al confronto con esperti del settore, ricevere informazioni e scambiarsi esperienze. Un clima ed un’atmosfera rilassati tra persone coinvolte nello stesso problema offrono la possibilità di uscire dal tabù che spesso circonda tale malattia.
Per il malato è importante entrare in contatto con persone di cui ci si può fidare perché sono in grado di capire il suo problema o perché lo condividono, trovandosi nella stessa sua situazione.
Per il familiare è altrettanto importante poter parlare con persone competenti da cui ricevere informazioni su come comportarsi, sul significato della malattia e sulle possibili forme di assistenza attuabili.